Un’estate a cavallo

ragazzini che saltano, maneggio

Inclusione, collaborazione e rispetto per i cavalli sono i princìpi alla base del campo estivo del Circolo Ippico Tre Cerchi. Crediamo che questa esperienza aiuti tutti i partecipanti a sentirsi parte di un gruppo, a superare i propri limiti grazie agli amici e a stimolare la creatività: per questo il programma che offriamo non è composto solo dal classico lavoro in sella ma spazia dalle lezioni di etologia ai laboratori didattici.

In attesa di organizzare l’edizione 2019 vogliamo raccontarvi ciò che abbiamo fatto assieme ai ragazzi quest’anno – con una sorpresa finale!

Tutti in sella

Ogni mattina i ragazzi preparavano tutti assieme i cavalli per la lezione, imparando ad esempio a pulire gli zoccoli e perché questi debbano essere sempre controllati, come si mettono la sella e i finimenti e molto altro!

bambina a cavallo senza sella

Lezione a pelo su Piero.

In campo, gli allievi si sono messi alla prova con gimcane e riprese di dressage, hanno montato a pelo e soprattutto hanno lavorato a rotazione con tutti i cavalli. Attraverso il gioco hanno guadagnato molta confidenza nelle loro capacità, migliorato ciò che già sapevano fare e appreso altrettante cose nuove.

Scopriamo il lavoro da terra

Non tutte le attività coi cavalli si fanno sul cavallo, anzi: ci sono tante differenze tra noi e loro nel modo di ragionare e di affrontare le novità, e svolgere alcuni esercizi senza essere in sella ci aiuta a comprendere meglio i nostri amici. Ogni allievo ha lavorato prima con un cavallo esperto per imparare le basi, poi tutto è stato messo in pratica anche con altri meno abituati: questi ultimi hanno fatto molto affidamento sui ragazzi per essere guidati, e assieme hanno affrontato le novità sapendo di poter contare l’uno sull’altro.

Dopo aver appreso le basi del lavoro a terra ognuno ha pensato a un esercizio da preparare assieme al cavallo!

Cavallo e bambini

Nadira impara a salire sulla tavoletta.

Giornate a tema

Qui al Circolo siamo specializzate in monta inglese, ma ci piace provare anche altri stili e farli conoscere ai nostri allievi: così abbiamo organizzato numerose lezioni a tema durante questo campo estivo! Attraversando con la fantasia le praterie americane, le Highlands scozzesi e viaggiando nel tempo fino al medioevo, i ragazzi hanno sperimentato diverse tecniche equestri e vissuto una giornata da cowboy, nativi americani, cavalieri…

cavallo con sella western

Amos con la sella western.

Per ogni tema c’era una parte in sella e un laboratorio didattico: così nella giornata medievale ognuno ha realizzato il proprio stemma nobiliare e provato il gioco degli anelli, mentre in quella da nativi americani si è montato a pelo e si sono preparati degli archi artigianali.

disegno di stemma medievale

Lo stemma di Matilda.

Non solo equitazione

Lezioni di botanica e astronomia, ma anche un laboratorio di pittura: queste sono alcune delle attività extra che abbiamo inserito nel programma, per conoscere meglio il mondo che ci circonda. Tutti assieme siamo andati alla scoperta della flora che popola il circolo e abbiamo catalogato i diversi alberi, annotandone le particolarità e facendo un calco delle foglie; attraverso le mappe astrali abbiamo poi imparato a leggere il cielo e a dare un nome alle stelle che appaiono al crepuscolo.

Per soddisfare la curiosità dei ragazzi sulla vita di maneggio abbiamo organizzato alcune giornate da “addetti ai lavori” e fatto sì che ci aiutassero nella gestione quotidiana del circolo: imparare a calibrare la giusta quantità di fieno e dosare la razione di cereali per ogni cavallo, controllare quali box andassero rifatti e capire quante carriole di truciolo servissero sono tra le attività che più hanno coinvolto il gruppo, e tutti si sono rimboccati le maniche!

bambini con carriole e truciolo

Prepariamo il truciolo per i box!

Il campo estivo 2018 è stato intenso e ricco di esperienze diverse che hanno stimolato l’interesse e la creatività di tutti quelli che vi hanno preso parte, istruttrici incluse. Molte delle attività proposte hanno avuto un tale successo che verranno mantenute anche durante il resto dell’anno e non vediamo l’ora di pensare alle mille altre da inserire nel programma 2019: ma non sveleremo nulla!

Ed ora la sorpresa finale

Vorremmo condividere con voi alcune recensioni dei piccoli partecipanti – così come le hanno scritte – che ci hanno rese proprio felici del lavoro svolto assieme.

Cosa ti è piaciuto di più di questo campo estivo?

  • “Tuto quanto è stato belisimisimo”.
  • “Di questo campo estivo mi sono piaciuti molto i temi, anche se non gli ho fatti tutti”.

Quale giornata a tema ti è piaciuta di più?

  • “La giornata a tema che mi è piaciuta di piu e quela degli indiani, perché ho montato a pelo”.
  • “La giornata medievale, perché mi è piaciuto molto infilare gli anelli e tenere la langia in mano”.

Hai fatto amicizia con qualche cavallo che prima non conoscevi?

  • “Piero è stato un compagno di lezione belisimo e sono stra felice di averlo conoscerlo”.
  • “Prima non conoscevo bene Ermes e non lo montavo tanto spesso, e non avevo instaurato un rapporto stretto con lui. Poi in questo campo l’ho conosciuto bene e vorrei lavorarci di nuovo”.
Condividi:

Tags: